CLIL

Print Friendly, PDF & Email

Il CLIL ( acronimo di Content and Language Integrated Learning), apprendimento integrato di lingua e contenuti, è un’espressione usata per riferirsi all’insegnamento di qualunque materia non linguistica per mezzo di una lingua straniera.

Per saperne di più sulle sue ragioni epistemologiche e didattiche:

http://www.programmallp.it

http://ec.europa.eu

Come noto, nell’ambito della revisione degli ordinamenti della Scuola Secondaria di secondo grado, l’articolo 6, comma 2, del Regolamento emanato con Decreto del Presidente della Repubblica n. 89/2010, introduce nei Licei Linguistici l’insegnamento di discipline non linguistiche (DNL) in lingua straniera secondo la metodologia CLIL già a partire dal terzo e quarto anno del corso di studi.

In particolare la norma prevede:
“Dal primo anno del secondo biennio è impartito l’insegnamento in lingua straniera di una disciplina non linguistica, compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente organico ad esse assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie. Dal secondo anno del secondo biennio è previsto inoltre l’insegnamento, in una diversa lingua straniera, di una disciplina non linguistica, compresa nell’area delle attività e degli insegnamenti obbligatori per tutti gli studenti o nell’area degli insegnamenti attivabili dalle istituzioni scolastiche nei limiti del contingente organico ad esse assegnato, tenuto conto delle richieste degli studenti e delle loro famiglie. Gli insegnamenti previsti dal presente comma sono attivati nei limiti degli organici determinati a legislazione vigente”.

Nel corrente anno scolastico sono coinvolte, dunque, solo le classi terze dei Licei Linguistici nelle quali viene introdotto in maniera graduale e flessibile, l’insegnamento di una disciplina, o di alcuni moduli disciplinari, in lingua straniera, secondo la metodologia clil e in linea con le modalità operative dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici.

Nella classe terza linguistico del nostro Istituto, il docente della DNL (disciplina non linguistica) avvalendosi della collaborazione dell’intero consiglio di classe, lavora con l’insegnante di lingua inglese o il conversatore di lingua inglese alla progettazione di alcuni moduli interdisciplinari pienamente rispondente ai bisogni formativi degli studenti.

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO