Scambi Educativi con la Francia

Print Friendly, PDF & Email

Scambio Educativo con la Francia 2017-2018

 

Lo Scambio Educativo organizzato dall’Istituto “A. Gentili” di San Ginesio con il Liceo Francese “Jean-François Millet” di Cherbourg-en-Cotentin ( Normandia), si è svolto in due fasi.

La prima fase ha riguardato la mobilità degli studenti  francesi in Italia, per una settimana, nel mese di marzo 2018.

Le attività del progetto si sono svolte presso l’ostello di San Ginesio in conseguenza del trasferimento provvisorio dell’Istituto dopo il terremoto. Si tratta di un anno difficile e lo scambio con la scuola partner si è rivelato molto importante, soprattutto dal punto di vista umano. Le docenti francesi hanno fortemente voluto continuare questa esperienza, malgrado le difficoltà, per testimoniare la propria vicinanza ad un territorio molto amato ed apprezzato.

E’ il diciannovesimo anno che alcuni studenti francesi e italiani hanno la possibilità di trascorrere un periodo intenso e proficuo presso una realtà molto diversa.

Un gruppo di 17 alunni francesi accompagnati dai Professori Claire Fournier e Régine Vimond, accolti dal Preside Giorgio Gentili e dagli insegnanti Giuliano Valeri e Edith Orhan, sono  stati ospiti della classe prima, terza, quarta e quinta del liceo linguistico.

Gli alunni francesi, sono arrivati a San Ginesio, per un soggiorno didattico-culturale di una settimana, ospiti delle famiglie degli studenti corrispondenti.

In questo periodo gli alunni hanno vissuto insieme delle esperienze importanti confrontandosi sulle affinità e le differenze di due culture, due sistemi scolastici e due modi di vivere.

Gli ospiti transalpini hanno visitato Macerata, Assisi e Frasassi; hanno frequentato inoltre alcune lezioni con i loro corrispondenti italiani, avendo così la possibilità di comparare le due realtà scolastiche.

Il gruppo è stato ricevuto  presso la Provincia di Macerata. Tutti sono rimasti colpiti dalla ospitalità e dalla generosità delle famiglie marchigiane.

L’ospitalità è stata ricambiata nel mese di aprile, quando gli studenti italiani sono stati  a Cherbourg per la seconda fase dello scambio.

Non si è trattato di un semplice viaggio di istruzione ma di un progetto europeo che intende:  favorire la dimensione europea della formazione; migliorare la competenza comunicativa degli studenti nelle lingue europee presenti nei rispettivi piani di studio (francese-italiano); riconoscere i tratti comuni dello sviluppo culturale in varie regioni europee e prendere coscienza dell’importanza dei mezzi espressivi transnazionali.

Gli alunni italiani, hanno avuto modo di visitare i principali luoghi della regione francese: Mont-Saint-Michel,  Bayeux,  le spiagge e i principali siti dello sbarco del sei giugno 1944. E stata visitata anche la città di Parigi per una giornata.

Gli italiani hanno altresì frequentato alcune lezioni con i loro corrispondenti e dalle opinioni dei ragazzi è emerso come questo tipo di scambio sia uno dei migliori mezzi per apprendere una lingua e una cultura straniera.

Gli stessi studenti sono stati ricevuti presso il municipio del comune di Cherbourg-en-Cotentin  dove il delegato del sindaco della città ha affermato l’importanza degli scambi scolastici.

A testimonianza dell’esperienza vissuta, gli studenti italiani hanno prodotto dei diari di viaggio con descrizioni e foto in francese, molto apprezzati.

Questo è un video che testimonia il lavoro fatto

 

Foto visita ragazzi francesi in Italia

 

 

Foto visita ragazzi italiani in Francia

 

 

 

Scambio Educativo con la Francia 2016-2017

 

Si è conclusa la prima fase di uno scambio educativo organizzato dall’Istituto “Alberico Gentili” di San Ginesio con il Liceo Francese “Jean-François Millet” di Cherbourg-Octeville ( Normandia). Le attività del progetto si sono svolte presso il liceo scientifico di Sarnano in conseguenza del trasferimento di tutto l’istituto dopo il terremoto. Si tratta di un anno difficile e lo scambio con la scuola partner si è rivelato molto importante, soprattutto dal punto di vista umano. Le docenti francesi hanno fortemente voluto continuare questa esperienza, malgrado le difficoltà, per testimoniare la propria vicinanza ad un territorio molto amato ed apprezzato. E’ il diciottesimo anno che alcuni studenti francesi e italiani hanno la possibilità di trascorrere un periodo intenso e proficuo presso una realtà molto diversa. Un gruppo di 16 alunni francesi accompagnati dai Professori Evelina Bologna-Tollemer e Claire Fournier, accolti dalla Preside Luciana Salvucci e dagli insegnanti Giuliano Valeri e Edith Orhan, sono stati ospiti, dal 7 al 12 marzo 2017, della classe prima, seconda e terza del liceo linguistico e di alcuni alunni del liceo scientifico. Gli alunni francesi, dopo due giorni passati a Bologna, sono arrivati a San Ginesio, per un soggiorno didattico-culturale di una settimana, ospiti delle famiglie degli studenti corrispondenti. In questo periodo gli alunni hanno vissuto insieme delle esperienze importanti confrontandosi sulle affinità e le differenze di due culture, due sistemi scolastici e due modi di vivere. Non si tratta di un semplice viaggio di istruzione ma di un progetto europeo che intende: favorire la dimensione europea della formazione; migliorare la competenza comunicativa degli studenti nelle lingue europee presenti nei rispettivi piani di studio (francese-italiano); riconoscere i tratti comuni dello sviluppo culturale in varie regioni europee e prendere coscienza dell’importanza dei mezzi espressivi transnazionali. Gli ospiti transalpini hanno visitato Recanati, Macerata, Assisi e Frasassi; hanno frequentato inoltre alcune lezioni con i loro corrispondenti italiani, avendo così la possibilità di comparare le due realtà scolastiche. Il gruppo è stato ricevuto presso la Provincia di Macerata. Tutti sono rimasti colpiti dalla ospitalità e dalla generosità delle famiglie marchigiane. L’ospitalità sarà ricambiata nel mese di aprile, quando gli studenti italiani saranno a Cherbourg per la seconda fase dello scambio.

 

 

 

VIDEO DELLA CERIMONIA DI ACCOGLIENZA PER DARE IL BENVENUTO AI RAGAZZI FRANCESI